Incantations

LE ACQUE DEL FIUME LETHE 2011

Era un pomeriggio del febbraio 2009. Dall’alto di un paesino abbarbicato su un monte, scorgemmo laggiù, nell’ombra, un fiume. Ci guardammo negli occhi e nacque, in quell’istante, l’idea del LETHE con le sue acque dell’oblio. Abbiamo molto viaggiato in cerca di luoghi e persone capaci di esprimere questo concetto. In verità il viaggio è stato principalmente interiore...... L’essenza della nostra vita, alla sua radice, é poesia. Nel riverbero dell’assenza forse il culmine della presenza. E il mistero di un fiume senza fine. Sublimato nel tempo. 
Il fiume Lethe, secondo Virgilio, é il fiume che attraversa l'Eliseo. Chi beve o si immerge nelle sue acque perde la memoria della sua vita passata e può quindi reincarnarsi in un altro corpo. L'anima é purificata e perde il ricordo delle colpe commesse.
Nella Divina Commedia di Dante Alighieri il Lethe ha il potere di staccare i ricordi e permettere all'oblio di prevalere per poter andare verso i luoghi dell'Eternità.
Il 29 Settembre del 2007 nasceva Incantations. Per festeggiare tale ricorrenza la mostra é stata arricchita dal primo catalogo curato dallo Studio.





Genova, 29/9/2011  Domenico Marino, padre di Davide, visiona il catalogo " Le acque del fiume Lethe " in Incantations.





Genova, 29/9/2011  Alessandra Cevasco, Davide Marino e suo zio pittore Nino Marino                  Foto di Giacomo Famà



Genova, 29/9/2011  Alessandra Cevasco e Davide Marino            Foto di Paolo Menichini





Non ci sono prodotti sulla lista di questa categoria.